Translate

sabato 14 luglio 2018

Il gas non era nervino, il bimbo non era migrante: scrivetelo


Il gas in Siria non era nervino, e il bimbo in lacrime non era un immigrato messicano “intrappolato” dal governo Usa. Foto-simbolo, veicolate dai media per attaccare Assad e Trump. Ma i giornalisti, si domanda Marcello Foa, non si scusano mai? Certo non con lui, che ha appena querelato “L’Espresso”: il settimanale del gruppo De Benedetti ha scritto che la cassa-fantasma della Lega sarebbe in Svizzera. L’articolo, firmato da Vittorio Malagutti, lascia intendere che proprio Foa, editorialista del “Giornale”, avrebbe avuto un ruolo-chiave in questa misteriosa e sofisticata operazione. «L’articolo è così bislacco e la tesi proposta talmente infondata nelle argomentazioni, nonché colma di fantasiose e diffamanti insinuazioni, da essere semplicemente ridicola», scrive Foa, sul suo blog nella versione online del quotidiano diretto da Alessandro Sallusti. Foa non è stato neppure interpellato dal giornalista de “L’Espresso” che l’ha citato, «violando le più elementari norme del giornalismo d’inchiesta». E questo, aggiunge, «la dice lunga sulla serietà di una testata un tempo autorevole». Se Malagutti gli avesse telefonato, scrive Foa, «gli avrei detto che il pranzo a Lugano con Steve Bannon, citato nell’inchiesta come episodio fondamentale, era talmente segreto che si è svolto alla presenza, tra gli altri, di Roberto Antonini, un giornalista della televisione svizzera “Rsi” (il quale diede conto pubblicamente dell’evento) e di Danilo Taino del “Corriere della Sera”. Non c’è che dire, un tavolo di loschi congiurati».
«Al solo pensiero che si possa fare un’inchiesta con questi criteri a me scappa davvero da ridere», aggiunge Foa. Il famoso articolo de “L’Espresso”? «Giornalisticamente rappresenta il nulla assoluto. Non c’è niente: non una notizia, non un’analisi. Bambino "in gabbia"Solo illazioni e fantasiose connessioni per tentare di giustificare l’astrusità di un titolo sensazionalistico e intenzionalmente diffamatorio perché non circostanziato». In altre parole: «Giornalismo di bassa lega, robaccia. L’ennesimo sintomo del declino, anzi della decomposizione di una testata un tempo gloriosa», che ormai «si sta liquefacendo da sè, sconfessata dalla maggior parte dei lettori che non legge più “L’Espresso” da tempo». Per contro, secondo Foa, l’articolo «goffamente diffamatorio» del settimanale «evoca, ancora una volta, il concetto di “fake news”, soprattutto di quelle che la grande stampa mainstream diffonde ogni giorno, senza mai avere l’onestà di rettificare i propri errori». Ricordate l’attacco con armi chimiche a Douma, quello che suscitò le ire di Macron e che indusse Trump a sparare un po’ di missili sulla Siria? Nell’aprile scorso, alcuni osservatori – tra cui lo stesso Foa – sollevarono dubbi sull’attendibilità di quelle accuse. Ma quei dubbi «non trovarono spazio sulla stampa, che, in coro, grondava indignazione».  La notizia? Erano fondatissomi.
Ora si scopre infatti che la missione d’inchiesta dell’Opac, l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche, ha appena pubblicato un rapporto da cui risulta che non è stata trovata nessuna traccia di gas nervino a Douma. «Ma come al solito – sottolinea Foa, sul Bimbo Siria“Giornale” – a dare la notizia con la giusta evidenza sono stati solo blogger e siti alternativi. E come sempre, la grande stampa, salvo rare eccezioni, l’ha ignorata». Dalla Siria agli Stati Uniti: «Chi non si è commosso davanti alla foto straziante del bambino messicano che piange disperato dopo essere stato separato dai genitori? Quell’immagine – ricorda Foa – è diventata il simbolo della protesta contro le misure del governo Trump (e da quest’ultimo poi ritirate). Era troppo bella, troppo emozionante per non essere vera! Peccato che non lo fosse: in realtà è stata scattata durante una manifestazione di protesta a Dallas, il 10 giugno». Le sbarre? «Non erano di una prigione, ma di gabbie simboliche. E il bambino non è mai stato separato dai genitori. Recitava». Ai media, però, «è bastato prendere quello scatto e pubblicarlo decontestualizzato per scatenare l’indignazione internazionale. E ancora una volta solo in pochi hanno denunciato l’inganno, la grande stampa non ha mai rettificato».
Proprio alla sistematica manipolazione dell’informazione, Marcello Foa ha dedicato il suo ultimo saggio, “Gli stregoni della notizia. Atto secondo”. Un libro in linea con un altro ottimo lavoro, che Foa segnala: è il saggio Enrica Perucchietti “Fake News. Dalla manipolazione dell’opinione pubblica alla post-verità”. Foa lo considera un complemento ai suoi studi, tanto da averne scritto l’introduzione. «Come tutti gli autori davvero controcorrente – dice Foa – l’autrice è affascinata da Orwell e dal suo capolavoro “1984”. In quest’opera tenta, a mio avviso con successo, di rileggere le dinamiche della nostra società alla luce di alcuni concetti fondamentali del grande autore britannico». Non si tratta ovviamente di una banale trasposizione, né di un’inutile e stantia ricostruzione a posteriori: non è una visita in un virtuale museo di Orwell, bensì «un viaggio palpitante e preoccupato nella nostra realtà, che appare agli occhi dell’autrice come geneticamente modificata, mentre mai come ora – soprattutto per chi fa il giornalista – c’è bisogno di autenticità, di aderenza alla realtà, di onestà intellettuale. E il libro della Perucchietti – conclude Foa – rappresenta un ottimo antidoto ai veleni che difformano l’informazione quotidiana».
fonte http://www.libreidee.org/2018/07/il-gas-non-era-nervino-il-bimbo-non-era-migrante-scrivetelo/

ALLARME OGM: Ecco la lista di alimenti in vendita in Italia che li contengono




In italia non è consentito coltivare OGM (Organismi Geneticamente Modificati) ma è consentito commercializzare prodotti che li contengono. Un vero e proprio paradosso con cui le multinazionali aumentano i loro profitti. 
Per chi ancora non lo sapesse gli OGM sono organismi viventi nei quali, mediante l’ingegneria genetica e la ricombinazione del DNA, vengono alterate alcune caratteristiche dell’organismo stesso (per esempio per rendere una pianta più produttiva o resistente alle malattie), a volte commettendo delle vere e proprie aberrazioni come l’introduzione di geni di animali all’interno di piante destinate poi al consumo umano.

Gli studi scientifici sono ancora controversi sugli effetti degli OGM, e soprattutto non si è ancora in grado di verificare quali effetti a lungo termine possano avere sull’uomo, fatto sta che in Italia vige una moratoria sulla loro coltivazione, in modo da salvaguardare almeno la biodiversità delle colture della penisola.

Tornando al titolo del post, ora che si è chiarito meglio di cosa stiamo parlando, Greenpeace.org ha pubblicato un elenco di prodotti commercializzati che contengono OGM (che ricordiamo vanno indicati in etichetta ma non tutti attulmente lo fanno) :


SOCIETÀ DI PRODUZIONE KELLOG “S


  • Corn Flakes (cereali)
  • Frosted Flakes (cereali)
  • Rice Krispies (cereali)
  • Corn Pops (fiocchi)
  • Schiaffi (fiocchi)
  • Froot Loops (anelli di cereali colorati)
  • Di Apple Jacks (cereali-ring con il gusto di mela)
  • All-Bran Apple Cinnamon / Blueberry (crusca sapore di mela, cannella, mirtillo)
  • Gocce di cioccolato (gocce di cioccolato)
  • Pop Tarts (sfoglia ripiena di tutti i gusti)
  • Nutri-grain (brindisi pieno di tutti i tipi)
  • Crispix (biscotti)
  • Smart Start (fiocchi)
  • All-Bran (Flakes)
  • Just Right Fruit & Nut (fiocchi)
  • Miele Crunch Corn Flakes (cereali)
  • Raisin Bran Crunch (cereali)
  • Cracklin “crusca di avena (fiocchi)

SOCIETÀ HERSHEY‘S



  • Toblerone (cioccolata, tutti i tipi)
  • Mini Baci (cioccolatini)
  • Kit-Kat (barretta di cioccolato)
  • Baci (cioccolatini)
  • Chips di cottura semi-dolci (biscotti)
  • Chocolate Chips di latte (biscotti)
  • Reese “s Peanut Butter Cups (burro di arachidi)
  • Scuro speciale (cioccolato fondente)
  • Cioccolato al latte (cioccolato al latte)
  • Sciroppo di cioccolato (sciroppo di cioccolato)
  • Dark Chocolate Syrup speciale (sciroppo di cioccolato)
  • Strawberry Syrop (sciroppo di fragola)


MARS


  • M & M “s
  • Snickers
  • Via Lattea
  • Twix
  • Nestle
  • Crunch (fiocchi di riso al cioccolato)
  • Cioccolato al latte Nestle (cioccolato)
  • Nesquik (bevanda al cioccolato)
  • Cadbury (Cadbury / Hershey “s)
  • Fruit & Nut

HEINZ


  • Ketchup (regolare e senza sale) (ketchup)
  • Chili Sauce (salsa di peperoncino rosso)
  • Heinz 57 Steak Sauce (con sugo di carne)

HELLMAN’S


  • Reale Maionese (maionese)
  • Maionese Light (maionese)
  • Maionese Low-Fat (maionese)


SOCIETÀ COCA-COLA


  • Coca-Cola
  • Sprite
  • Cherry Coca
  • Minute Maid Arancione
  • Minute Maid Uva

SOCIETÀ PEPSICO


  • Pepsi
  • Pepsi Cherry
  • Mountain Dew

SOCIETÀ FRITO-LAY / PEPSICO

(componenti OGM possono essere presenti nel petrolio e altri ingredienti)


  • Potato Chips (tutti)
  • Cheetos (tutti)


SOCIETÀ CADBURY / SCHWEPPES


  • 7-Up
  • Dr. Pepe

PRINGLES (PROCTER & GAMBLE)


  • Pringles (patatine fritte con sapori originali, Magro, Pizza-licious, Sour Cream & Onion, Salt & Vinegar, Cheezeums)
 Lista pubblicata da ReteNews24

fonte http://mondos-porco.blogspot.com/2015/06/allarme-ogm-ecco-la-lista-di-alimenti.html#more

10 Metodi moderni di controllo della mente



10 Metodi moderni di controllo della mente

Tra le maggiori ricerche sul controllo mentale, più di una arriva alla conclusione che c'è un copione coordinato che è stato messo in atto da lungo tempo, il quale ha l'obiettivo di trasformare la razza umana in un automa non-pensante. Da quando l'uomo ha esercitato il potere sulle masse, il controllo mentale è stato orchestrato da coloro che studiano il comportamento umano al fine di piegare grandi popolazioni al volere di un piccolo gruppo di "elite". Oggi siamo entrati in una fase pericolosa dove il controllo mentale ha assunto una dimensione fisica e scientifica che rischia di diventare uno stato permanente se noi non diventiamo coscienti degli strumenti a disposizione della dittatura tecnocratica dispiegati su scala mondiale.
Il moderno controllo mentale è sia tecnologico che psicologico. I test dimostrano che attraverso la semplice esposizione dei metodi del controllo mentale, gli effetti possono essere ridotti o eliminati, almeno per il controllo mentale della pubblicità e della propaganda.

1. Educazione -- Questo è il più ovvio, ma rimane ancora il più insidioso. E' sempre stata la fantasia finale dell'aspirante dittatore quella di "educare" i bambini impressionabili per natura; così essa è stata un componente centrale delle tirannie Fasciste e Comuniste in tutta la storia. Nessuno è stato più utile nello svelamento del programma della moderna educazione di Charlotte Iserbyt - possiamo cominciare la ricerca in questo settore scaricando il PDF gratuito del suo libro The Deliberate Dumbing Down of America, che mette a nudo il ruolo delle fondazioni globaliste nel plasmare un futuro destinato a produrre droni servili dominati da una classe d'elite consapevole e istruita.

2. Pubblicità e Propaganda -- Edward Bernays è stato citato come l'inventore della cultura consumistica che era stata progettata per prendere di mira l'immagine di sé delle persone (o la sua mancanza) al fine di trasformare un desiderio in un bisogno. Ad esempio, questo fu inizialmente previsto per prodotti come le sigarette. Tuttavia, Bernays nel suo libro del 1928 Propaganda rivelò anche che "la propaganda è il braccio esecutivo del governo invisibile." Questo può essere osservato più chiaramente nel moderno stato di polizia e nell'aumento della cultura della spia dei cittadini, confezionata all'interno della pseudo-patriottica Guerra al Terrore. Il crescente consolidamento dei media ha consentito a tutta la struttura aziendale di fondersi con il governo, che ora utilizza il concetto di collocamento della propaganda. I Media - stampa, cinema, televisione e notizie via cavo - possono ora lavorare senza problemi per incorporare un generico messaggio che sembra avere l'alone di verità perché ci arriva contemporaneamente da parecchie fonti. Quando diventiamo attenti ad identificare il principale "messaggio", vedremo questo imprinting ovunque. E non abbiamo neppure accennato ai messaggi subliminali.

3. Programmazione Predittiva -- Molti continuano a negare che la programmazione predittiva sia qualcosa di reale. Invito chiunque a esaminare il livello di documentazione messo insieme da Alan Watt e arrivare a una conclusione diversa. La Programmazione Predittiva ha le sue origini nella prevalentemente elitaria Hollywood, dove il grande schermo può offrire una grande visione di dove sia diretta la società. Basta guardare i libri e i film che si pensavano fossero inverosimili, o di "fantascienza" e dare un'occhiata in giro nella società odierna. Per una analisi di esempi specifici, Vigilant Citizen è una grande risorsa che probabilmente ti farà guardare il divertimento in una luce completamente diversa.

4. Sport, Politica, Religione -- Qualcuno potrebbe offendersi nel vedere la religione, o anche la politica, messa insieme allo sport come metodo di controllo mentale. Il tema centrale è lo stesso per tutti: divide et impera.Le tecniche sono abbastanza semplici: corto circuita la naturale tendenza delle persone a collaborare per la propria sopravvivenza e insegna loro a formare squadre che puntano al dominio e alla vittoria. Lo sport ha sempre avuto un ruolo chiave come distrazione che concentra le tendenze tribali all'interno di un evento non importante, che, nell'America moderna ha raggiunto proporzioni ridicole in luoghi dove scoppiano proteste contro una celebrità dello sport che abbandona la propria città (squadra), mentre le questioni essenziali come la libertà vengono scioccamente allontanate come irrilevanti. Il discorso politico è stretto in un paradigma di antagonismo destra-sinistra facilmente controllato, mentre la religione è lo sfondo di quasi tutte le guerre nel corso della storia.

5. Cibo, Acqua e Aria -- Additivi, tossine e altri veleni alimentari alterano drasticamente la chimica del cervello al fine di creare docilità e apatia. E' stato dimostrato che il fluoruro nell'acqua abbassa il QI; l'aspartame e il glutammato monosodico sono eccitotossine che eccitano le cellule del cervello fino alla morte; e il facile accesso ai fast food che contengono questi veleni in generale ha creato una popolazione che manca di concentrazione e di motivazione verso un qualsiasi tipo di stile di vita attivo. La maggior parte del mondo moderno è perfettamente preparata per la ricettività passiva -- e l'accettazione -- dell'élite dittatoriale. E anche se si sceglie di controllare diligentemente la propria dieta, essi sono pienamente in grado di spruzzare la popolazione dall'alto.

6. Farmaci -- Questa può essere qualsiasi sostanza che crea dipendenza, ma la missione dei manipolatori della mente è quella di essere sicuri che voi siate dipendenti da qualcosa. La psichiatria è uno dei bracci principali del programma di controllo mentale, la quale mira a definire tutte le persone attraverso i loro disturbi, invece che dal loro potenziale umano. Questo è stato prefigurato in libri come Il Mondo Nuovo. Oggi è stato portato a ulteriori estremi, mentre ha preso piede una tirannia medica in cui quasi tutti hanno un qualche tipo di disturbo -- in particolare quelli che mettono in dubbio l'autorità. L'uso di droghe nervose nei militari ha condotto a numeri record nei suicidi. Peggio di tutto, il moderno stato farmacologico adesso ha più del 25% dei bambini degli Stati Uniti sotto medicazioni che intorpidiscono la mente.

7. Test Militari -- I militari hanno una storia lunga come banco di prova per il controllo mentale. La mente militare è forse la più malleabile, mentre quelli che perseguono la vita nelle forze armate generalmente sono in risonanza con le strutture della gerarchia, del controllo e la necessità dell'indiscussa obbedienza ad una missione. A causa del numero crescente di personale militare che mette in discussione il proprio indottrinamento, una storia recente ha evidenziato i piani del DARPA per elmetti transcranici di controllo mentale che li terranno polarizzati.

8. Spettro Elettromagnetico -- tutti noi siamo avvolti da una zuppa elettromagnetica, gravante su di noi attraverso i moderni aggeggi che rendono la vita comoda, che si è dimostrata avere un impatto diretto sulla funzione cerebrale. In una tacita ammissione di ciò che è possibile, un ricercatore sta lavorando con un "casco di dio" per indurre visioni alterando il campo magnetico del cervello. La nostra zuppa elettromagnetica ci ha passivamente coperto da onde che hanno il potenziale di alterare la mente, mentre una vasta gamma di possibilità, quali torri della telefonia cellulare, sono ora disponibili per l'aspirante controllore della mente al fine di una intervento più diretto.

9. Televisione, Computer e "tasso di sfarfallio" -- E' già abbastanza brutto che ciò che è "programmato" alla televisione (accessibile tramite telecomando) sia tutto fabbricato; il tutto è reso più facile attraverso il suo cullarti letteralmente a dormire, facendo di essa un'arma psico-sociale. I test del tasso di sfarfallio dimostrano che le onde cerebrali alfa vengono alterate, che si produce un tipo di ipnosi -- il quale non lascia bene presagire a causa dell'ultima rivelazione che la luce puo trasmettere dati codificati da internet attraverso uno "sfarfallio più veloce di quello che può percepire il tuo occhio". Il tasso di sfarfallio del computer è basso, ma attraverso i videogiochi, i social network e una struttura di base che sovraccarica il cervello di informazioni, la rapidità della comunicazione moderna induce uno stato di ADHD (Sindrome da deficit di attenzione e iperattività). Uno studio dei videogiochi ha rivelato che il gioco prolungato può portare ad un basso flusso di sangue al cervello, indebolendo il controllo delle emozioni. Inoltre, i giochi di ruolo di scenari realistici di guerra e stato di polizia servono a desensibilizzare una connessione con la realtà. Per chiunque abbia visto giochi come Call of Duty uno sguardo al video Collateral Murder di WikiLeaks dovrebbe risultare qualcosa di familiare.

10. Nanorobot -- Dagli horror di fantascienza direttamente al cervello moderno, i nanorobot stanno arrivando. La modifica diretta del cervello è già stata confezionata come "neuroingegneria". Un articolo di Wired dell'inizio del 2009 evidenzia che la diretta manipolazione del cervello via fibra ottica è un po caotica, ma una volta installata "potrebbe rendere felice ognuno con la semplice pressione di un tasto". I nanorobot eseguono il lavoro ad un livello automatizzato, riscrivendo il cervello molecola per molecola. Peggio ancora, questi mini droidi possono auto-replicarsi, e ciò costringe a chiederci come questo genio, una volta scatenato, potrà mai tornare nella bottiglia. Data prevista di arrivo? Primi anni del 2020. E' in corso uno sforzo concentrato per prevedere e gestire il comportamento umano in modo che gli scienziati sociali e l'elite dittatoriale possano essere in grado di controllare le masse e proteggersi dalle ricadute di un'umanità libera completamente risvegliata.
Solo risvegliandoci ai loro tentativi di metterci a dormire noi abbiamo una possibilità di preservare il nostro libero arbitrio.

http://compressamente.blogspot.com/2015/10/10-metodi-moderni-di-controllo-della.html

Pensiero, etere e materia - Noetica

Appunti di Noetica - Pensiero, etere e materia
In cimatica1, la scienza che studia la relazione tra vibrazioni meccaniche e forme, si è osservato come della sabbia posta su di una superficie laminare sottoposta a vibrazioni, appartenenti o meno allo spettro sonoro, disegni delle figure geometriche ammassandosi sull’insieme di punti, in acustica conosciuti come nodi, dove le vibrazioni sono nulle. Questo accade perché una lastra di metallo sottoposta a sollecitazioni meccaniche, non vibra uniformemente per tutta la sua superficie, ma solo in alcune porzioni di essa, mentre in altre rimane pressoché immobile, così i granelli di sabbia sospinti dall’azione vibratoria tendono ad accumularsi in corrispondenza delle linee dove la vibrazione è nulla, disegnando delle figure differenti a seconda della frequenza.  
Per meglio intendere questo fenomeno, vale la pena fare l’esperienza diretta o guardare dei filmati che lo riproducono, è infatti emozionante osservare come al variare delle frequenze i granelli si dispongano creando disegni nei quali è possibile riconoscere molte geometrie presenti in natura, tanto da suggerire istintivamente che le stesse forme in natura sono frutto di vibrazioni.

Nel caso poc’anzi descritto, le oscillazioni agiscono sulla materia e si trasmettono attraverso di essa; ma esiste un’altra tipologia di oscillazioni, quelle che si trasmettono attraverso l’etere, sostanza nella quale la materia è immersa, ossia nella quale sono immersi i suoi costituenti (atomi e molecole). L’etere è infatti un fluido incomprimibile di bassissima densità che riempie pienamente tutto l’Universo e di conseguenza anche lo spazio interno all’atomo e quello intermolecolare. Per meglio capire cosa si intende col dire che gli atomi sono immersi nell’etere, bisognerà figurarli ingranditi rappresentandoli perciò attraverso unità di misura più familiari. Quindi mantenendo le dovute proporzioni, e secondo quanto misurato concordemente dai fisici, se si considera il diametro di un nucleo di qualsiasi elemento pari ad 1 centimetro, si avrà che la distanza dal suo centro alla posizione media degli elettroni, che gli ruotano attorno sugli otto orbitali, è di mezzo chilometro, e questo per lo spazio interno all’atomo, mentre tra un nucleo di un atomo e un altro, la cosiddetta “lunghezza di legame”, che varia in funzione degli elementi che si considerano, nel caso ad esempio di due atomi di idrogeno, è pari a 740 metri.

Da questa rappresentazione ingrandita della materia si può evincere come essa sia composta di entità subatomiche infinitesime distanti enormemente tra loro, e come tutto lo spazio che le separa è riempito pienamente di fluido eterico, in sintesi potremmo dire che la materia è per lo più composta di spazio occupato da un fluido in perenne movimento, in quanto fluisce e/o oscilla. La materia è dunque immersa nell’etere e i suoi componenti, al pari della sabbia sulla lastra, tendono a posizionarsi in quell’insieme di punti dello spazio dove le oscillazioni eteriche si annullano. In particolare ciò è evidente nel caso dei solidi, ove si osservano specifici reticoli2 risultanti dall’insieme dei punti ove l’etere non vibra, punti nei quali vanno a disporsi gli atomi o molecole, mentre al loro intorno agiscono le oscillazioni.

Asserire che la materia è generata dalle oscillazioni resta quindi corretto, aggiungendo però che paradossalmente quello che ci appare è solo la porzione non oscillante, ma sostenuta dalle oscillazioni stesse. Credere quindi che la Realtà sia solo ciò che vediamo, significa accontentarsi di molto poco, tra l’altro trascurando il meglio, così facendo infatti si esclude tutto quello che invece costituisce l’aspetto preponderante e fondante dell’Universo, la sua immensa componente metafisica e in ultima istanza spirituale; inoltre questa visione ridotta, propria del materialismo, ha minato in campo scientifico la possibilità di comprendere unitariamente i fenomeni studiati in fisica; più corretto sarà dunque considerare materia e oscillazioni, come aspetti di un unico fenomeno in perenne divenire.

Ciò che ci appare non è dunque la Realtà nella sua totalità, ma solo una piccola parte dell’Esistente, e più precisamente ci appare solo quella parte che riflette la luce, ossia la piccola porzione di onde hertziane che costituiscono lo spettro luminoso; questo poiché l’anima duale si è assuefatta a riconoscere solo quelle, ricevendo i segnali inviatigli dai sensi.

Va chiarito che l’anima duale, grazie alla propria natura spirituale, invero sarebbe capace di leggere tutte le informazioni che l’etere trasmette e conserva perennemente nella Memoria Akashica, ma la prioritaria attenzione accordata ai soli dati sensoriali, per cause culturali ed educative, condiziona e limita, durante la crescita dell’individuo, questa capacità; anche se spesso si incontrano persone che, o in vite precedenti o nell’attuale, hanno sviluppato, ma sarebbe meglio dire riacquisito, certe facoltà quali la chiaroveggenza, la telepatia, insomma tutte quelle facoltà che molto sommariamente vengono fatte risalire al cosiddetto “sesto senso”, che non è quindi un misterioso senso accessorio, ma la reale facoltà dell’anima di vedere il Tutto, attraverso un fluido che trasmette e conserva le informazioni, fluido i cui moti sono permeati dall’anima immateriale.

Orbene, ritornando al concetto riguardante l’origine oscillatoria della materia, secondo il quale la materia risulta essere solo un esiguo fenomeno risultante dalla più complessa Realtà Universale, è facile capire come qualunque oscillazione eterica (o meccanica), possa influenzare la materia stessa, sia cambiando l’assetto della sua struttura, sia scindendo le sostanze in singoli elementi, sia trasmutandola ossia trasformando delle sostanze in altre, e infine crearla o all’opposto annichilirla ossia ridurla al suo componente ultimo, l’etere.

Un esempio chiarificatore a questo punto sarà d’aiuto. Consideriamo pertanto un esperimento del 2009, tra i tanti condotti dal fisico Luc Montagnier. In una provetta contenente acqua distillata vennero posti frammenti di DNA batterico, e aggiungendo acqua distillata, cosa che aumenta l’intensità delle emissioni3, furono registrate le radiazioni elettromagnetiche (onde hertziane) di queste macromolecole; in un luogo distante chilometri venne eseguito l’esperimento al contrario, una provetta con dell’acqua distillata in cui furono disciolti i distinti elementi chimici che formano il DNA, venne irradiata con le oscillazioni elettromagnetiche registrate in precedenza, dopo circa una ventina di ore nella provetta comparve lo stesso DNA di cui era stato registrato il segnale.

Le onde hertziane, oscillazioni eteriche, recanti le vibrazioni della macromolecola, avevano indotto i singoli elementi ad unirsi per risonanza secondo una struttura molecolare uguale, ossia con lo stesso timbro vibrazionale.

Quest’esperimento mostra inequivocabilmente come le oscillazioni eteriche condizionino lo stato della materia, non solo influendo sull’equilibrio delle forze che tengono assieme l’atomo, ma anche su quelle forze, che unendo atomi di diversi elementi, formano le molecole delle sostanze; del resto che il DNA sia influenzato dalle oscillazioni eteriche è ben noto in epigenetica. Quindi se il DNA assemblato con l’esperimento, viene sottoposto ancora a radiazioni differenti, varierà ancora la sua composizione, arricchendosi di nuove informazioni necessarie a sopraggiunte funzionalità vitali, ma parimenti determinate oscillazioni eteriche (in specie le microonde), nelle quali siamo immersi di continuo e sempre più massicciamente, possono risultare un pericolo per i gli organismi viventi.

C’è una considerazione più importante da fare, il DNA si mantiene tale proprio perché sostenuto dalle oscillazioni presenti nell’etere prodotte dalle vibrazioni delle molecole omologhe, ossia del Dna stesso, c’è dunque una reciproca azione di sostegno e mutazione tra le oscillazioni e la materia, e questo anche a distanza, ciò equivale a dire che la materia si sostiene reciprocamente e comunica per mezzo delle oscillazioni che emana e riceve, secondo il noto fenomeno della risonanza.
Questo vale ad esempio per tutti gli atomi di ossigeno nell’Universo, che risuonano all’unisono della loro univoca frequenza diffusa nell’etere, sostenendosi vicendevolmente; ciò era stato intuito anche da Siddhārtha Gautama ben 2500 anni fa, attingendo, grazie all’indagine interiore, a quel sapere eterno che giace allo stato latente e a disposizione di tutti nella Coscienza Universale.
Assodato che le oscillazioni eteriche influenzano la materia, non diversamente risulterà a causa dell’azione del pensare, visto che i pensieri nell’atto di generarsi imprimono oscillazioni all’etere grazie alla circolazione elettrica nelle fibre nervose che collegano le aree associative corticali, quindi anche i pensieri, in quanto oscillazioni del fluido eterico, influiscono sulla natura dell’Universo; si è capito ormai cos’è la noetica, la disciplina che indaga l’influenza dell’intelletto sulla materia.

Da quanto detto consegue che in tutti gli individui risiede la capacità di attuare questo processo creativo attraverso il pensiero; nel bene o nel male quest’influenza è automatica e involontaria, ciò significa che chiunque, volente o nolente, e in diversa misura, concorre al continuo divenire, alla creazione, mantenimento e dissoluzione dell’Universo; in sostanza siamo tutti creatori, demiurghi, anche se in misura e con capacità e consapevolezza diverse.4

Alcuni individui grazie al talento acquisito in vite precedenti o in questa vita tramite la pratica, riescono ad attuare questo processo creativo in maniera più mirata e profonda; ancora altre persone fanno da intermediarie, i così detti medium, ad esseri disincarnati che attuano questo processo di trasformazione della materia vivente e non vivente (guarigioni, prodigi,ecc.), attraverso interventi specifici e secondo le proprie specializzazioni.

Ad esempio nelle pratiche yogiche esercitate da siddha, yoghi e mistici, quest’opera creativa e trasmutatoria è attuata volontariamente e consapevolmente ingenerando il vuoto nell’etere, ma la stessa è perpetrata anche da quelle anime che, realizzata la propria natura “divina”, compiono ciò che i più solitamente classificano come miracoli, trascurando che esse fungono esclusivamente da tramite all’azione di quel Principio Intelligente che sostiene e pervade tutto il mondo fenomenico fisico e metafisico.

Quindi oltre la condizione ordinaria, e perché si realizzi una dinamica creativa specifica, ovvero mirata, è necessario che il pensiero veicoli una precisa volontà, meglio ancora se il “creatore” possegga una conoscenza profonda della struttura e del funzionamento dell’oggetto da plasmare, tale da poter giungere ad una sua figurazione attraverso la forma pensiero, agendo così nel profondo dell’assetto oscillatorio, fino a creare nel vero senso della parola, apparentemente ex nihilo, ma in realtà strutturando l’etere in vortici stabili, le particelle.
L’atomo stesso del resto rappresenta un’idea incredibile, o come preferisce il fisico M. Corbucci, un buco con un’idea intorno, e che idea, vista la complessità, la perfezione e la poliedricità della struttura atomica, un’idea, mi piace ipotizzare, che in quanto tale è stata pensata, meditata forse per anni e secoli, per formularne una precisa forma pensiero, fino a che un atto di volontà coscienziale la realizzasse.

Gli effetti del potere creativo della mente più facilmente apprezzabili sono quelli rivolti verso se stessi più che verso il mondo materiale, ma in entrambi i casi la ferrea legge cosmica della causa/effetto sortirà la sua azione portando prima o poi i suoi frutti, vista la fitta maglia che mette in relazione ogni cosa nell’Universo.

Un atteggiamento equilibrato e stabile nei confronti del mondo è sicuramente il migliore, ma il nostro vivere quotidiano spesso mina i nostri migliori propositi, così allenarsi a mantenere almeno una mente e dei pensieri positivi, se non coincide con l’essere equanimi, almeno ci permette di infondere fiducia e ottimismo in noi e in chi ci circonda, questo soprattutto quando ansia e paura, i peggior nemici dell’animo e di riflesso del corpo, si affacciano nel teatro della mente. A tal proposito Bernardino Del Boca soleva ricordare: “Abbiate un’crollabile fiducia in voi e nella corrente divina che vi sostiene, siete anime immortali e dunque nulla può accadervi”.
Moscatello Giuseppe -  pep65@tiscali.it 

1. Pioniere di questa disciplina fu di E. Chladni (1756-1827), seguito poi da H. Jenny (1904-1972) e altri.
2. I reticoli furono individuati attraverso la diffrazione dei raggi X da William Henry Bragg e suo figlio William Lawrence nel 1913.
3. Questo, per la fisica, è apparentemente un paradosso; in omeopatia questa proprietà è sostanzialmente sfruttata per trasmettere meglio la informazioni della molecola che costituisce il rimedio, a tutti i tessuti dell’organismo che per trasmutazione la riprodurranno secondo le proprie necessità.
4. Il caso più eclatante di influenza del pensiero è quello nelle auto guarigioni, chi crede e confida nella propria ripresa, di fatto rimuove tutti gli ostacoli mentali e intellettuali e accoglie inconsciamente l’azione riequilibrante del flusso omnipervadente della Coscienza Universale. Cfr. Calligaris Giuseppe (1876-1944), “Il pensiero che guarisce”.

http://compressamente.blogspot.com/2018/06/pensiero-etere-e-materia-noetica.html#more

Il tumore è curabile: adesso!



Il tumore è curabile: adesso!Tratto dal libro: “Il tumore è curabile adesso” di Robert O. Young e Matt Traverso, ed. Tecniche Nuove
Situazione odiernaEcco una fotografia istantanea della situazione odierna. Situazione prossima al punto di non ritorno.
-        1 americano su 3 muore di cancro (National Center for Health Statistics)
-        1 americano su 2 muore di patologie cardiovascolari (National Center for Health Statistics)
-        21 milioni di americani sono diabetici (CDC, Center for Disease Control)
-        43 milioni di americani soffrono di artrite (CDC, Center for Disease Control)
-        1 americano su 5 soffre di malattie autoimmuni (American Autoimmune Related Disease Association)
-        28 milioni di americani sono affetti da osteoporosi (American Academy of Orthepaedic Surgeons)
-        Il 64% della popolazione americana è in sovrappeso (CDC, Center for Disease Control)
-        121 milioni di persone nel mondo soffrono di depressione (OMS)
-        Il cittadino americano medio di 65 anni assume in media 11 medicinali al giorno.
-        Ogni anno 106.000 americani perdono la vita a causa di farmaci prescritti e somministrati in modo appropriato (JAMA, Journal American Medical Association 1994).
Mentre all’inizio del secolo scorso le malattie cardiovascolari, diabete e cancro erano responsabili di meno del 10% dei decessi, oggi nel Terzo millennio, le stesse malattie sono responsabili del 95% delle morti.
Si tratta di malattie tutte prevenibili, legate allo stile di vita e alla cattiva alimentazione!
Per completezza di dati si devono aggiungere tutte le morti per cause iatrogene, cioè per errori medici, effetti collaterali di farmaci, operazioni errate, ecc.
I ricercatori Gary Nulle et al. hanno pubblicato lo studio più completo e documentato in questo ambito, dove si afferma che nei soli Stati Uniti “le morti  per cause iatrogene sono in tutto 783.936. Evidentemente negli Stati Uniti la principale causa di morte e lesioni è il sietema sanitario stesso” (JAMA, marzo 2000, 284, B. Starfield).
Nel 2007 la spesa sanitaria è aumentata del 6,9%.
Nel 2011 il costo delle cure mediche in America ha raggiunto l’importo astronomico di 2,7 trilioni di dollari (CNN), cioè 2700 miliardi di dollari.
Entro il 2016 si prevede che tale spesa raggiungerà i 4200 miliardi di dollari, equivalenti al 20% del PIL (The National Coalition of Health Care).
In tutto questo chi gongola sono i soliti noti: le lobbies del farmaco e cioè Big Pharma.
Secondo la rivista “Fortune 500”, le 10 maggiori case farmaceutiche (Pfizer, Glaxo Smith Kline, Johnson & Johnson, Merck, Novartis, Astra Zeneca, Roche, Bristol M. Squibb, Wyeth,  Abbot Labs), conseguono più profitti di tutte le imprese della classifica (ben 500) messe assieme!
Queste aziende nel 2002 hanno conseguito profitti per ben 35,9 miliardi di dollari: più di quanto abbiano realizzato le altre 490 aziende messe assieme, al netto delle perdite.
Cos’è il cancro?Il corpo umano è per sua natura alcalino e il cancro è la manifestazione del suo tentativo di mantenere l’equilibrio, l’omeostasi.
Da questo punto di vista, la malattia è un’illusione, altro non è che la manifestazione dello sforzo compiuto dalla Natura, cioè dal corpo per evitare che i suoi tessuti subiscano processi di fermentazione e deterioramento.
Il cancro non è una malattia ma un sintomo!
Il cancro è l’effetto provocato dagli acidi e metaboliti che accumulatisi in quantità eccessiva nel sangue, passano ai tessuti, li intossicano e deprimono il sistema immunitario, ostacolando progressivamente il mantenimento del pH alcalino dei fluidi interni.
Gli acidi impediscono ai globuli bianchi di espletare la loro funzione protettiva e depurativa.
Quindi in cancro non è una cellula malata che impazzisce, ma un liquido acido che guasta e danneggia le cellule dei tessuti e degli organi quando l’organismo non elimina adeguatamente gli acidi attraverso le urine, le feci, il sudore e con la respirazione.
La cellula cancerosa è una cellula che ha subito danni in un ambiente iperacido.
Il tumore si forma quando il danno interessa un gruppo di cellule, e si forma nello stesso modo in cui si forma una crosta. La crosta è costituita dallo stesso materiale di cui è costituita la massa tumorale, poiché deriva dal meccanismo di protezione con cui l’organismo incapsula le cellule danneggiate o intossicate dagli acidi in eccesso non eliminati attraverso le vie normali. 
Nel 1931 il dottor Otto H. Warburg ricevette il Premio Nobel per la medicina per aver scoperto la causa del cancro. Egli suggerì che il cancro fosse l’esito di un ambiente acido, privato di ossigeno, e dimostrò come esso prosperi in condizioni anaerobiche (senza ossigeno) o acide.
Detto in altri termini: a causa del cancro è l’acidità del corpo!
Warburg fu l’autore di uno studio intitolato: “La causa principale e la prevenzione del cancro”, nel quale dichiarava: “non vi è malattia (cancro) di cui si conosca meglio la causa principale: l’iperacidità”.
Nel 1966 concluse uno dei suoi discorso più celebri con la seguente dichiarazione: “Oggi nessuno può dire che non si conosce la causa principale del cancro. Ormai non si può più addurre l’ignoranza come scusa per evitare le misure di prevenzione”. (discorso tenuto da Otto Warburg ai vincitori dei Premi Nobel il 30 giugno 1966 a Lindau, lago di Costanza).
Più che ignoranza sarebbe più corretto parlare di vera e propria malafede da parte delle industrie del farmaco. Le scoperte di Warburg sono conosciute negli ambienti che contano, ma sono controproducenti per gli enormi interessi economici dietro il cancro. Insegnare la prevenzione non porta guadagno: è molto più utile curare il tumore con farmaci e radiazioni.
Fermentazione degli zuccheri e pleomorfismoIl nostro corpo fermenta per colpa degli zuccheri.
A causa di processi fermentativi, le muffe, i lieviti, i batteri altro non sono che evidenze del deterioramento dei tessuti attaccati dall’acidità.
Sempre il dottor Otto Warburg non lascia spazio a dubbi: “La causa principale dei tumori è che le cellule normali passano dal respirare ossigeno al fermentare zuccheri. Le cellule normali sono aerobi obbligati, le cellule tumorali sono anaerobi parziali”.
Il pleomorfismo, cioè la trasformazione biologica di una cellula in un’altra, fu documentata oltre 100 anni fa dal grande medico batteriologo francese Antoine Bechamp.
A seguito dell’ambiente e della sua acidità le cellule cambiamo e si trasformano. Quindi una microrganismo può trasformarsi da solo da batterio a fungo a lievito a muffa e viceversa.
Quello che controlla e guida tale pleomorfismo è l’acidità o alcalinità dell’ambiente in cui le cellule sono bagnate o immerse.
In ambiente acido, un batterio normale può diventare una muffa pericolosissima per la salute. Mentre in un ambiente alcalino la muffa ritorna ad essere un batterio innocuo.
Per esempio le muffe di lieviti e batteri sono cellule che si adattano a un ambiente acido privo di ossigeno. Questo meraviglioso fenomeno è stato documentato dal medico Antoine Bechamp.
L’acidosi tissutale latente: vera e unica malattiaL’organismo umano è alcalino nella sua struttura e acido nelle sue funzioni.
Se il sangue non si libera dei veleni attraverso la minzione (urina), la traspirazione (pelle), la respirazione (polmoni) o la defecazione (intestini), il corpo li riversa nei tessuti connettivi. Ecco la malattia.
Se gli acidi non sono eliminati correttamente attraverso i canali escretori appena visti, si accumulano fino a superare la soglia di tolleranza individuale.
A quel punto sopraggiunge la crisi e l’organismo espelle o cerca di espellere il veleno o l’acido tramite la pelle (eczema, psoriasi, dermatosi, cancro…).
Ma questa NON è la malattia perché la vera malattia è sistemica e non locale: gli acidi e le scorie dell’organismo fluiscono in tutto il corpo.
Tali acidi, trasportati dal sangue e dai liquidi interstiziali, possono depositarsi in qualsiasi parte del corpo creando dei danni.
Se si depositano e concentrano nel cervello si può sviluppare demenza, Alzheimer, Parkinson, confusione mentale, amnesie, ecc. Se per esempio invece si depositano nel tessuto adiposo delle mammelle si possono sviluppare micro-calcificazioni, noduli, cisti e/o tumori.
Uno degli acidi che tendono a concentrarsi maggiormente intorno a qualsiasi forma di tumore è l’acido lattico. Questo acido è un derivato del metabolismo degli zuccheri che si forma quando l’organismo è privato di ossigeno.
Il sistema linfaticoSe il corpo non riesce a eliminare correttamente gli acidi li riversa nei tessuti e nel sistema linfatico. Questo è il motivo per cui la linfa assume un ruolo fondamentale nella prevenzione e trattamento del cancro. Si tratta di una specie di aspiratore o aspira tossine che preleva le tossine e gli acidi dai fluidi interstiziali per garantire l’integrità dei tessuti.
A fungere da pompa per il sistema linfatico c’è il movimento corporeo e il muscolo diaframmatico, che muovendosi fa circolare gli acidi e ne provoca l’eliminazione attraverso la sudorazione o il rientro nel flusso ematico da cui saranno poi eliminare tramite l’urina.
Da qui l’importanza del movimento corporeo quotidiano e di una corretta e sana respirazione profonda diaframmatica.
Se non pratichiamo attività fisica il sistema linfatico si intasa di scorie acide che non riesce più a eliminare. E’ questo il meccanismo alla base dei casi sempre più numerosi di linfoma di Hodgkin e non Hodgkin: i linfonodi si ingrossano e si infiammano perché sono saturi di tossine acide.
Importanza dell’energia vitaleQualsiasi organo, a seguito di cattive abitudini (stress, preoccupazioni, alimentazione, ansia, pausa, ecc.), manchi di energia può diventare sede della crisi dell’acidosi tissutale latente sistemica.
Cosa fareUnica soluzione contro i liquidi acidi che avvelenano il sangue e le cellule consiste nel modificare l’ambiente interno ed esterno.
“Il medico de futuro non prescriverà medicinali,
ma incoraggerà il paziente a sfruttare nel modo giusto il cibo,
l’aria fresca e l’attività fisica”. 
Thomas Alva Edison
Quindi alcalinizzare ed energizzare il corpo sono le parole chiave: respirazione, alimentazione e movimento.
- RespirazioneL’aria inspirata dai polmoni entra nelle arterie e si lega chimicamente ai sali cellulari e ai microzimi, e attraverso una trasformazione mirabile crea il sangue, che a sua volta, per trasmutazione, crea massa corporea, osso, muscolo, nervi, organi, capelli, unghie…
La qualità del sangue è determinata dalla qualità degli alimenti.
- AlimentazioneGli alimenti introdotti creano e producono il sangue. Assumiamo una media di circa 2 kg e mezzo al giorno di alimenti e bevande: una tonnellata all’anno!
In una vita media consumiamo alimenti e bevande per circa 1000 volte il nostro peso corporeo.
Alimenti scadenti, pastorizzati, raffinati, acidificanti, pregni di chimica produrranno un sangue carico di tossine e assolutamente scadente dal punto di vista biologico e biochimico.
Alimenti ricchi di clorofilla, enzimi, vitamine, minerali alcalini, acqua, ormoni e fibra (quindi alimenti vegetali crudi, in particolar modo le verdure a foglia verde) sono il carburante per eccellenza dell’organismo umano.
- Movimento corporeoIl motivo principale per cui si pratica attività fisica è eliminare acidi dal corpo attraverso i polmoni (respirazione) e la pelle (traspirazione). Questo è il motivo per cui siamo dotati di due polmoni e non un solo, e di oltre 500 pori sudoriferi per centimetro quadrato di pelle.
L’attività fisica mobilizza gli acidi attraverso questi due organi di eliminazione e riduce l’acidosi.
Il movimento corporeo migliore è senza’altro quello all’aria aperta: camminata, jogging, ma vanno bene anche il nuoto, l’allenamento con pesi e il mini-trampolino elastico (Rebounding). Questo ultimo è un delle tecniche più interessanti, economiche, facili ma potentissime per disintossicarsi e deacidificarsi comodamente in casa.
Tratto dal libro: “Il tumore è curabile adesso” di Robert O. Young e Matt Traverso, ed. Tecniche Nuove

http://www.disinformazione.it/tumore_curabile.htm

sabato 7 luglio 2018

BANNON, INTERVISTA A LIBERO: VERSO UN MONDO NUOVO. “L’EUROPA PRESTO SPARIRÀ, ECCO COSA DIVENTERÀ L’ITALIA”



L’Italia? È diventato il paese di riferimento della rivolta nazional-populista contro le élite. La cancelliera Merkel? Il suo «Reich» è finalmente prossimo alla caduta. Donald Trump? Continuerà a difendere gli interessi Usa nel mondo, ma basta con la Guerra fredda alla Russia. Vladimir Putin? Un ex del Kgb che ha abbracciato la causa nazionale e la Chiesa ortodossa e perciò viene demonizzato dalle élite europee e americane. George Soros? Quelli come lui sono il nemico numero uno di tutti i populisti. Le risposte date in esclusiva a Libero da Steve Bannon sono taglienti e decise come il suo carattere. L’ex consigliere strategico della Casa Bianca continua a tessere rapporti internazionali, ma è soprattutto l’ ideologo del sovranismo.
Il Consiglio europeo del 28-29 giugno scorso ha ulteriormente acuito le tensioni interne all’ Ue. La cancelliera Merkel vede scricchiolare il suo enorme potere, mentre in Italia abbiamo un governo per la prima volta «populista». Potrebbe essere la linea di questo governo a cambiare la storia europea?
«L’ inizio della fine del regno della Merkel in Europa è ormai prossimo, mentre credo che la fine del suo regno in Germania sia già arrivata. La cancelliera è in guerra con il suo stesso partito, sta subendo un’ emorragia di voti verso Alternative für Deutschland e non è stata in grado di ottenere un accordo reale nelle riunioni Ue della scorsa settimana. In realtà il suo problema più grave è il suo partner di coalizione (la CSU bavarese, ndr) con persone come Horst Seehofer, ministro degli Interni tedesco, che parlano contro di lei. Dovrebbe essere la leader del partito e dare la linea. Invece la sua politica sull’ immigrazione è completamente senza regole. È chiaro che in Europa comanda davvero solo chi agisce. Come Salvini in Italia, Orban in Ungheria, i leader di tutto il gruppo di Visegrad e persone come Seehofer in Germania».
S’ incrinerà anche l’ asse fra la Germania e la Francia?
«La domanda ora è questa: Emmanuel Macron – come erede al trono europeo della Merkel – continuerà a essere il capitano di una nave che sta imbarcando acqua continuando a procedere verso un’ integrazione europea sempre più forte?
Oppure si renderà conto che sempre più europei si stanno svegliando? L’ idea di avere confini forti e una leadership forte, come quella di Matteo Salvini e del governo populista italiano, sta avanzando ovunque».
Matteo Salvini e Luigi Di Maio, che hanno firmato il contratto governativo in Italia, stanno lavorando bene?
«Sono persone incredibilmente intelligenti, politicamente abili e laboriose. Finché gli uomini di questi due partiti continueranno a lavorare nell’ interesse del popolo italiano, non vedo perché dovrebbero avere problemi o perdere consensi nel prossimo futuro. Ma la Lega non pensi che la sua attuale popolarità dovrebbe portarla a richiedere elezioni anticipate. Credo che ciò che Lega e 5 Stelle hanno fatto sia storico: unire nord e sud, sinistra e destra, populisti e nazionalisti nel primo vero governo di unità del mondo».
Lega e M5S sono criticati dalle grandi potenze internazionali e soprattutto verso Salvini la rabbia dei rappresentanti dell’ establishment globalista, come George Soros, è scatenata. Che consiglio vuole dare al ministro dell’ Interno?
«La principale minaccia a partiti e governi nazionalisti populisti in Europa non è Bruxelles, ma le ong e i loro apparati mediatici finanziati da George Soros, armi di supporto per l’ assalto all’ informazione libera.
Ogni populista e ogni nazionalista in Europa dovrebbe individuare i propri nemici. Le persone come Soros si preoccupano solo di una cosa: il potere e quindi la possibilità di allinearlo a vantaggio delle loro tasche.
Lo ha dichiarato lo stesso Soros in una delle sue infami interviste. Non gli interessano le conseguenze sociali dei suoi progetti, lo fa solo per i soldi».
Il presidente Trump ha incontrato il primo ministro italiano Conte al G7 e tra gli USA e il nuovo governo italiano sembra esserci molta simpatia. Simpatia che non esiste più tra Trump, la Germania e la Francia. Come viene visto il governo italiano negli Usa?
«Dovresti chiedere all’ amministrazione americana qual è la loro posizione ufficiale, ma da quello che ho capito c’ è molta sintonia tra gli sforzi fatti a Washington per mettere al sicuro i confini degli Stati Uniti e cosa stanno facendo Salvini e altri leader come lui. Ma il governo degli Stati Uniti non ha alcun interesse nello schierarsi. Vogliono soprattutto servire i migliori interessi del popolo americano. D’ altra parte, il popolo americano – in particolare “i deplorevoli”, l’ enorme base del movimento che sostiene Trump – segue con attenzione il nuovo governo italiano e tifa per questo esecutivo».
Cosa pensa Trump della Russia? Il presidente USA ha detto che Mosca deve tornare al G8. Rimarrà favorevole alle sanzioni contro Mosca?
«Quando hai un presidente che affronta una minaccia esistenziale per noi come la Cina e il suo Stato vassallo, la Corea del Nord, che affronta una crisi di confine (quella con il Messico, ndr) e un migliaio di altre questioni interne e internazionali, ha perfettamente senso evitare di ricominciare la Guerra Fredda con Mosca. Ma abbiamo anche una classe politica e i media così abituati a demonizzare certe nazioni da non riuscire a vedere al di là del loro naso. La gente sa che Putin non è un “bravo ragazzo” – è un ex ufficiale del KGB -, ma non vede la necessità di iniziare una guerra con lui. E il presidente Trump, credo, capisce che è giunta l’ ora di chiudere la Guerra Fredda, così come sta cercando di por fine alla Guerra di Corea.
Le élite europee e americane odiano Putin perché è un nazionalista che ha abbracciato la Chiesa ortodossa e ha il sostegno della società civile russa. Ciò è contrario a tutto ciò in cui credono le élite».
Non solo sulla questione dell’ immigrazione, ma anche su altri importanti argomenti, la posizione italiana diventerà decisiva per l’ intera UE. Qual è la sua speranza? Quella della caduta dell’ UE grazie all’ Italia, come ha detto qualche volta?
«Non necessariamente si deve parlare di caduta dell’ Ue. Si deve invece parlare degli Stati-nazione e dei loro governi che lavorino nel migliore interesse della loro gente. Se la Commissione europea e il Consiglio dei ministri vogliono cambiare l’ Ue, possono farlo e probabilmente così facendo la salverebbero. Ma ora sono intenzionati soltanto a creare un’ Europa a loro immagine. Inoltre, non vedo come le persone alla fine possano ottenere la loro libertà e la loro indipendenza, mentre hanno un’ unione non politica fondata esclusivamente su un’ unione monetaria. Penso che alla fine gli Stati nazionali dovranno tornare a recuperare la loro moneta. Il Regno Unito non ha adottato l’ euro e, di conseguenza, ha mantenuto il controllo monetario e fiscale. È un punto fondamentale».
Obama credeva che i “buoni ideali” (globalisti e delle élite) sarebbero sempre rimasti vivi in Europa. Invece, dopo gli Usa, stanno perdendo ovunque in Europa. Lei segue con interesse la politica europea e italiana in particolare. Tornerà presto in Italia?
«Amo l’ Italia, specialmente Roma. Tornerò molto presto e non vedo l’ ora di immergermi nell’ affascinante atmosfera politica, così come nella storia e nella cultura. L’ Italia è il centro di questa rivolta nazionalista populista».
di Gianluca Savoini – Libero
http://www.stopeuro.news/bannon-intervista-a-libero-verso-un-mondo-nuovo-leuropa-presto-sparira-ecco-cosa-diventera-litalia/